Aspettando il Nobel

Siamo a Parigi presso l’Associazione svedese-norvegese. È il 27 novembre 1895. Alfred Nobel, conscio dell’enorme fortuna messa da parte grazie al suo lavoro e alle sue numerossime invenzioni, sottoscrive le sue ultime volontà, quelle definitive: il capitale, dai miei esecutori testamentari impiegato in sicuri investimenti, dovrà costituire un fondo i cui interessi si distribuiranno annualmente…